Italian English French German

la storia

Il G.A.L. Mongioie si costituisce nel 1997 per accedere ai finanziamenti dell'Iniziativa Comunitaria Leader. Il piano di sviluppo presentato si proponeva diverse finalità:

  • individuare linee di sviluppo e di intervento capaci di valorizzare e rilanciare l'area in cui il G.A.L. andava ad operare;
  • sostenere, incoraggiare e assistere la popolazione rurale che vive e lavora nel territorio;
  • curare la riqualificazione delle zone montane più soggette ad abbandono e degrado;
  • consolidare il radicamento della gente al territorio, formando e rafforzando le capacità degli operatori locali;
  • evitare il degrado ambientale.

Sin dalla sua nascita il G.A.L. Mongioie ha avuto come obiettivo primario quello di trasformarsi in Agenzia di sviluppo del proprio territorio, secondo la filosofia del "bottom-up", cioè "l'avvicinamento dal basso" che nasce dalla convinzione e dalla consapevolezza che ogni situazione socio territoriale necessita di misure specifiche che solo gli attori economici e la popolazione locale, d'intesa con i suoi rappresentanti e le sue istituzioni, possono individuare.

Il G.A.L. Mongioie dall'inizio della sua attività ad oggi, ha portato sul territorio oltre 32 milioni di Euro a fondo perduto, che hanno sviluppato un totale di investimenti di oltre 65 milioni di Euro.

In seno al G.A.L., sin dal 1998, è stato istituito un osservatorio al fine di individuare tutte le possibili opportunità da percorrere per acquisire risorse e contributi, per Enti pubblici ed imprese, in linea con gli obiettivi di sviluppo dell'area e finalizzati, in generale, allo sviluppo socio economico di tutto il territorio.
Questo "modus operandi" ha dato i suoi frutti.

Il G.A.L. Mongioie ha predisposto e presentato, in qualità di Soggetto Responsabile, due progetti nell'ambito dei Patti Territoriali ottenendo l'approvazione degli interventi sui Patti Alpi del Mare 1 e Alpi del Mare 2, rispettivamente con contributo totale a carico dello Stato di 15,8 milioni di euro, e di 3,9 milioni di euro.

Condividi

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.