Italian English French German

il fagiolo Cuneo (P.A.T.)

Il fagiolo venne introdotto nell'area cuneese agli inizi del 1800. Non vi sono, infatti, testimonianze di coltivazioni in epoca anteriore nella zona di Cuneo. Nel 1823, come si evince da mercuriali del comune di Centallo, furono commercializzate buone quantità di fagioli. Risalgono invece al gennaio 1849 i prezzi e le quantità di fagioli secchi rilevati dai mercuriali del Comune di Caraglio. Da questi ultimi documenti si evidenzia che l'unità di misura era l'Emina, un antico sistema di misura dei cerali e legumi corrispondente a 20 kg.

Le notizie storiche sono numerose e certe, testimoniando come la coltura del fagiolo rivestisse un ruolo importantissimo nell'economica rurale delle valli cuneesi. Il fagiolo Cuneo è considerato un Prodotto Agroalimentare Tradizionale ed è presente nell'elenco dei P.A.T. stilato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Attualmente il fagiolo Cuneo è in corso di riconoscimento I.G.P. presso il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

Condividi

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.