Italian English French German

il cece di Nucetto

Il cece è una leguminosa originaria dell'oriente che in passato veniva diffusamente coltivata anche nel nostro territorio in quanto forniva, anche in terreni aridi, una produzione modesta caratterizzata però da grande valore nutritivo. È una pianta che può raggiungere i 60 centimetri di altezza ed è caratterizzata da foglie pennate, fiori solitari su un lungo stelo e bacelli rigonfi terminanti con un piccolo rostro che contengono fino ad un massimo di due semi. Risulta essere stato uno dei primi alimenti dell'uomo sin dal 5000 a. C.

A ricordarci l'importanza del cece nell'alimentazione umana nei secoli passati, sono rimaste le numerose cisrà o ceciate, distribuzione di zuppe di ceci a scopo benefico dalle varie confraternite. A Nucetto, come in altri centri del Piemonte, sopravvive la tradizione che si ripete ogni ultima domenica di luglio. E proprio a Nucetto è ripresa la coltura del cece in quanto i terreni di questa località e di tutta l'alta valle del Tanaro forniscono prodotti pregiati.

I ceci, rispetto agli altri legumi, hanno una composizione più equilibrata e sono molto ricchi di vitamina A, calcio e ferro. Dopo l'erba medica sono i più ricchi di saponine che legano il colesterolo LDL in eccesso nell'intestino, rendendosi perciò utili in special modo agli ipertesi, obesi e a chi soffre di malattie cardiocircolatorie. Sono anche leggermente lassativi e diuretici ed in grado di eliminare l'acido urico ed i cloruri in eccesso. Il cece di Nucetto è quello coltivato nei terreni dei comuni di NucettoPerloBagnasco - terreni alluvionali - posti nella parte bassa dell'alta valle del Tanaro a quote comprese fra i 450 ed i 700 metri di altitudine.

È prodotto con metodo tradizionale conforme all'agricoltura biologica. La concimazione del terreno, infatti, è generalmente effettuata con letame maturo, prima dell'aratura. In alcuni casi si utilizzano concimi conformi all'agricoltura biologica. La semente viene generalmente auto prodotta in azienda eseguendo selezione massaie sui soggetti migliori, individuati in campo all'interno delle coltivazioni dell'anno precedente.

Condividi

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.